chakra

Comprendere la natura e il significato dei chakra è fondamentale per riequilibrare corpo, mente e anima, e per ricevere il meglio dall’energia che scorre dentro di noi.

Quando si provano emozioni negative e non si riesce a provare gioia, la causa è il blocco dei chakra e l’alterazione dei flussi di energia.

I chakras sono dei centri energetici situati lungo la colonna vertebrale e hanno la funzione di raccogliere e rilasciare l’energia vitale che ci circonda. I principali sono sette:

– Chakra della terra o della radice (Muladhara)
– Chakra dell’acqua o sacrale (Svadhisthana)
– Chakra del fuoco o del plesso solare (Manipura)
– Chakra del cuore (Anahata)
– Chakra purificatore o della gola (Visuddha)
– Chakra della luce o del terzo occhio (Ajna)
– Chakra della corona (Sahasrara)
Scopriamo insieme il significato dei 7 chakra.

Cosa sono i Chakra

Il significato Chakra è ruota, disco solare o cerchio e viene dal sanscrito. I punti chakra rappresentano i punti vitali ed energetici del nostro corpo che hanno il compito di assorbire e distribuire questa energia vitale all’esterno.

Secondo la filosofia dello yoga, l’essere umano ha 74 punti chakra situati tra il corpo carnale (visibile) e quello etereo/energetico (invisibile) che regola le attività mentali e spirituali.

Il corpo etereo è fatto di Prana ovvero di energia vitale che fluisce attraverso le Nadi (canali energetici). Le principali nadi sono tre e partono tutte dalla base della colonna vertebrale (detta kundalini, serpente, punto dove l’energia è aggrovigliata): Sumshumna, Ida e Pingala.

La differenza di queste Nadi è che la prima termina alla sommità del capo, mentre Ida e Pingala si muovono a spirale incrociandosi fino a sei volte prima di terminare nel sesto Chakra, quello del terzo occhio (Ajna).

Ogni volta che le nadi si incontrano danno vita ad un chakra, di cui i sette principali che si trovano in un preciso punto del nostro corpo, in linea retta lungo la colonna vertebrale.

Anche se viene data una collocazione spaziale ai sette Chakra, essi fanno parte del nostro lato emozionale. Ogni chakra è associato a determinate sensazioni, emozioni, funzionalità mentali e spirituali.

Ai chakra è associato anche un colore, un elemento, un pianeta, un mantra, una divinità, una pietra, un animale.

Chakra: a cosa servono e come funzionano

Dai centri chakra dipendono diverse funzioni benefiche non solo per il corpo ma anche per la mente. Conoscendo il funzionamento dei chakras, si comprendono gli squilibri energetici e si capisce come fare per ristabilire l’equilibrio psico-fisico.

La funzione principale dei chakras è assorbire l’energia vitale, metabolizzarla e ridistribuirla. Quando i chakra sono aperti, l’energia fluisce liberamente; quando sono chiusi, l’energia non scorre e si forma un blocco che genera negatività emotiva e malessere fisico.

I chakra si influenzano a vicenda. Per questo motivo è necessario che siano sempre aperti attraverso la pratica yoga o con massaggi specifici quali ad esempio quello tantra.

Quando un punto chakra viene illuminato dall’energia kundalini, si inizia a passare da uno stato di negatività ad uno di positività; lo stress mentale, fisico ed emotivo si placano.

La kundalini è l’energia primordiale che giace nel primo chakra, simboleggiata dal serpente. Il serpente, sinonimo di trasformazione, è associato al benessere fisico, spirituale e mentale.

Quando l’energia chakra è attiva, anche la ghiandola endocrina corrispondente o gli organi ad essa associati, svolgono meglio le loro funzioni vitali.

Traumi, tensioni fisiche ed emozionali, possono causare temporaneamente la chiusura dei centri chakra; oppure possono essere sovraccarichi di energia se eccessivamente stimolati.

tantralux massaggi tantra in italia

Quali sono i Chakra

Come anticipato, i chakra sono sette. Scopriamoli nel dettaglio.

Primo chakra o della radice

Il primo chakra o della radice (nome sanscrito: Muladhara) si trova alla base della colonna vertebrale, all’altezza dell’osso sacro, e controlla: ghiandole surrenali, sistema linfatico, sistema osseo, senso dell’olfatto, arti inferiori, intestino crasso, coccige, ano, retto.

Il suo elemento è la terra. Il suo colore è il rosso, sinonimo di forza ed energia pura.

Rappresenta la nostra stabilità, l’istinto di sopravvivenza, il bisogno di sicurezza. Governa i nostri bisogni primari ed è bloccato dalla paura.

Lo squilibrio energetico del primo chakra dipende da: timidezza, sensi di colpa, disagio, sfiducia, distrazione, paura ad affrontare la vita, dipendenza dai beni materiali. Si può anche manifestare con eccessi di rabbia, aggressività, collera, gelosia, violenza o atteggiamento difensivo.

Secondo chakra o sacrale

Il secondo chakra o sacrale (nome sanscrito: Svadhisthana), si trova all’altezza dei genitali ed è collegato agli organi sessuali, al sistema riproduttore, alla prostata, alla vescica, al plesso lombare, al sistema circolatorio, ai denti e alle ossa. Responsabile della regolazione dei liquidi nel corpo.

Il suo elemento è l’acqua. Il suo colore è l’arancione che simboleggia: emozioni positive, successo e armonia interiore.

La sua energia rappresenta la capacità di provare emozioni come: la libertà di espressione, il desiderio, il piacere, la sessualità e la creatività.

Lo scorretto flusso energetico del chakra sacrale causa: paura di godimento, repressioni sessuali, disprezzo del sesso, difficoltà nel provare gioie. Il blocco dell’energia del secondo chakra proviene dal senso di colpa, paure, gelosie, desideri inappagati e ossessivi, impotenza e frigidità.

Terzo chakra o del plesso solare

Il terzo chakra o del plesso solare (nome sanscrito: Manipura) si trova nell’area addominale all’altezza dell’ombelico e coinvolge diverse parti del corpo: sistema muscolare, pelle, stomaco, muscoli del viso, ghiandole del plesso solare, fegato, intestino crasso, occhi.

Il suo elemento è il fuoco. Il suo colore è il giallo: simbolo di energia, luce del sole e conoscenza.

Questo chakra rappresenta l’individualità, la forza di volontà, il potere personale, la fiducia in sé stessi. Solitamente è bloccato dalla vergogna e si percepiscono sensazioni quali perdita di autostima.

Quarto chakra o del cuore

Il quarto chakra o del cuore (nome sanscrito: Anahata) si trova al centro del torace e controlla: cuore, polmoni, plesso cardiaco, sistema circolatorio.

Il suo elemento è l’aria. Il suo colore è il verde, simbolo di: equilibrio, compassione, armonia, amore per la natura, salute e depurazione.

La funzione del quarto chakra è quella di regolare la capacità di esprimere amore puro e incondizionato. Infatti governa: amore, relazioni, empatia, generosità.

Solitamente bloccato dalle delusioni e dal dolore. Di conseguenza si manifesta l’incapacità di amare, egoismo, disconnessione, isolamento, malattie cardiache e respiratorie.

Quinto chakra o della gola

Il quinto chakra o della gola (nome sanscrito: Vishuddha) si trova alla base della gola e regola l’attività di gola, bocca, denti, mandibola, esofago, udito, collo, mani, braccia, parte alta dei polmoni, tiroide.

Il suo elemento è l’etere. Il suo colore è l’azzurro sinonimo di verità, tranquillità, purezza e pulizia.

Rappresenta la capacità di comunicare, ascoltare, di dire la verità. Solitamente è bloccato dalle bugie. Di conseguenza si avrà difficoltà nell’esprimere le proprie idee.

Sesto chakra o del terzo occhio

Il sesto chakra o del terzo occhio (nome sanscrito: Ajna) si trova al centro della fronte e si cura delle tempie, della fronte, del plesso carotideo, del cervelletto e del sistema nervoso, del sistema ormonale, degli occhi, delle orecchie, del naso e seno paranasale.

Il suo elemento è la luce. Il suo colore è l’indaco, simbolo di saggezza, conoscenza e misticismo.

Questo chakra significa conoscere e percepire, per questo governa immaginazione creativa, intuizione e lucidità mentale. Solitamente è bloccato dalle illusioni. La sua funzione è l’intuizione e la visione.

Il disequilibrio di questo punto chakra può causare mancanza di concentrazione, allucinazioni, problemi di vista, problemi psicologici, emicranie.

Settimo chakra o chakra della corona

Il settimo chakra o chakra della corona (nome sanscrito: Sahasrara), si trova in cima alla tua testa e controlla la ghiandola pineale, la parte superiore della testa, il sistema nervoso e il cervello.

Il suo elemento è il metallo. Il suo colore è il viola, associato alla ricchezza spirituale.

La sua funzione è quella di governare la saggezza, la conoscenza trascendentale e la spiritualità. Serve per metterci in relazione con la nostra parte spirituale, e, quindi, al divino. L’attivazione del settimo chakra implica l’apertura a nuovi modelli di pensiero, saggezza e conoscenza. La sua energia aiuta ad abbandonare il passato e insegna a riconoscere le nostre responsabilità.

Solitamente è bloccato dagli attaccamenti terreni. La chiusura di questo chakra si manifesta attraverso la manipolazione, la prepotenza, la difficoltà di concentrazione e di apprendimento, l’attaccamento ai beni materiali.

Massaggio tantra e Chakra

Una volta capito il perché del blocco è necessario adoperarsi per l’apertura dei chakra. Per attivare i 7 chakra innanzitutto bisogna lavorare su sè stessi per acquisire più sensibilità e consapevolezza.

Il buon funzionamento dei chakra influenza sia la psiche che il fisico; il flusso squilibrato di energia causa disturbi psicologici, fisici ed emotivi che possono insorgere in diverse patologie fisiche.

Un massaggio tantra aiuta ad aprire i chakra. Nello specifico si tratta del massaggio kundalini che concentrandosi sui punti energetici, riattiva il sistema sensoriale e prolunga i momenti di estasi.

Il massaggio chakra kundalini è un’esperienza sensoriale che parte dall’interno. È un trattamento utile per:

  • potenziare il flusso energetico
  • risvegliare il nostro Essere
  • far ritrovare il giusto equilibrio mente/corpo/anima
  • raggiungere una profonda condizione di benessere ed armonia.

Riallineando i chakras si otterrà un equilibrio anche nel proprio organismo.

Puoi bilanciare i punti chakras della corona con il supporto di un massaggiatore tantra. Chiedi informazioni.

CERCA IL TUO MASSAGGIO SU TANTRALUX 

tantralux massaggi tantrici italia

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.